IT
  • English
  • Čeština
  • Español
  • Deutsch
  • Polski
  • Français
Login

Preparazione superficie di stampa

Menu
Ultimo aggiornamento a month ago
Questo articolo è disponibile anche nelle seguenti lingue: 
ENCSPLDEESFR

Prima di iniziare a stampare, devi sapere che i vari materiali hanno adesioni diverse sulle varie superfici. È fondamentale scegliere la piastra di acciaio più adatta alla tua stampante e preparare la superficie in modo adeguato. Questo articolo parla dei tipi più comuni di superfici di stampa e di come prepararle per la stampa.

Per iniziare con un esempio veloce (e molto comune): Il filamento PETG ha una forte adesione su una piastra PEI liscia, pulita e sgrassata, che lo rende estremamente difficile da rimuovere. La rimozione della stampa porta spesso al distacco della superficie in PEI e al danneggiamento irreversibile della piastra. Per questo motivo ti consigliamo di utilizzare un altro tipo di piastra di acciaio o di applicare sulla superficie di stampa una colla PVA come strato di separazione.

Piastra d'acciaio danneggiata da una stampa in PETG

Scegliere la giusta piastra di stampa

Offriamo 4 tipi di piastre di acciaio flessibili, ognuna con una finitura superficiale diversa che non solo conferisce una texture specifica alla stampa, ma supporta anche una varietà di materiali che possono essere stampati su di esse.

Ecco una guida che fornisce le informazioni più importanti sulla manutenzione e sulle proprietà delle nostre tre piastre di stampa più comuni. Inoltre, qui trovi un articolo sulla nostra speciale piastra di acciaio PA Nylon.

Il modo migliore per capire se la tua piastra è adatta al materiale scelto è controllando la nostra tabella dei materiali. Se c'è un segno di spunta verde che corrisponde alla piastra e al materiale selezionato, puoi semplicemente sgrassare la superficie di stampa e il gioco è fatto. Se c'è un punto esclamativo, è necessario utilizzare un layer di separazione (vedi sotto). Se non usi il layer di separazione potresti danneggiare la tua piastra!

Pulizia della superficie di stampa

Si tratta di un'operazione semplice ma fondamentale che dovresti eseguire prima di (quasi) ogni stampa. L'abbiamo già descritto nel Manuale di stampa 3D e in molti altri punti, ma ecco un breve promemoria:

Le macchie di grasso (impronte digitali, ecc.) spesso causano una scarsa adesione alla superficie e, in ultima analisi, un fallimento della stampa. Per sgrassare la piastra di stampa, spruzza un po' di alcol isopropilico (90% o maggiore) o di alcol etilico denaturato sulla superficie di stampa fredda e puliscila con un panno di carta non profumato. Non usare prodotti per la cura della pelle: di solito contengono oli che rovinano l'adesione!

Esistono regole più specifiche per la manutenzione delle piastre a lungo termine che dovresti assolutamente imparare, ma che vanno oltre lo scopo di questo articolo. Non dimenticare di leggere la guida alla piastra d'acciaio. Tieni presente che la speciale piastra in nylon PA ha una serie di caratteristiche molto diverse e molto specifiche per quanto riguarda la manutenzione.

Bene, la superficie di stampa è pulita, ora la lista di controllo finale (vedi la tabella dei materiali):

  1. Segno di spunta verde: Tutto a posto!
  2. Punto esclamativo giallo: usa un layer di separazione (vedi sotto).
  3. X rossa: Non stampare! Il materiale scelto potrebbe danneggiare la tua piastra di stampa!

Utilizzo degli strati di separazione più comuni

Sul mercato puoi trovare diversi materiali per gli strati di separazione (o adesivi), alcuni dei quali sono presenti anche nel nostro e-shop. Ogni materiale ha i suoi vantaggi, ma descriverli tutti va oltre lo scopo di questo articolo. Se controlli la nostra tabella dei materiali, scoprirai che tutto si riduce ai due più comuni strati di separazione: Colla stick PVA e nastro PP.

Colla PVA (per carta) è solitamente venduta sotto forma di stick che ne facilitano l'applicazione. Di solito è sufficiente uno strato sottile di colla. Stendere uno strato spesso può lasciare diverse tracce antiestetiche, protuberanze e artefatti che rimarranno impressi sulla superficie della tua stampa 3D. Tuttavia, se vuoi stampare una parte meccanica, dove l'aspetto estetico non è così importante come la funzionalità e l'affidabilità, uno strato leggermente più spesso non farà male. Inoltre, la colla PVA si scioglie a temperature relativamente basse, quindi ti consigliamo di applicarla su una superficie fredda per evitare di creare uno strato troppo spesso.

Suggerimento: se utilizzi la piastra di stampa liscia, usa la griglia per intuire le dimensioni e la posizione della stampa, quindi spalma la colla solo sotto la stampa 3D. Non è necessario spalmare la colla su tutta la piastra.

Strato di separazione con colla PVA, parti in PETG stampate in 3D e segni lasciati dopo la rimozione della stampa. Nota che questi segni sono normali perché si trovano solo sullo strato di colla PVA e non sulla piastra di stampa. Questi segni scompaiono con la colla dopo il lavaggio.

Infine, il nastro PP. Molto probabilmente non lo utilizzerai, poiché è consigliato solo per la stampa di PP (Polipropilene), un materiale relativamente raro da stampare. Tuttavia, potresti decidere di utilizzare un altro nastro, ad esempio il nastro kapton. Per ottenere un'adesione ottimale, si consiglia di utilizzarlo in combinazione con una piastra liscia, indipendentemente dal nastro che sceglierai. Il nastro potrebbe lasciare dei residui di colla dopo la rimozione dalla superficie della piastra di stampa. Di solito, questi residui possono essere lavati con IPA o con acqua e sapone per lavastoviglie, ma anche in questo caso, prima di lavarli, ricontrolla gli articoli per la manutenzione della piastra d'acciaio.

Se decidi di utilizzare altri materiali di separazione o adesivi, non dimenticare di verificare la compatibilità con le nostre piastre di stampa. Ad esempio, l'ABS Juice non va mai utilizzato in combinazione con le piastre testurizzate o satinate.

Rimozione della stampa

Un'ultima cosa: rimuovi sempre le stampe sollevando e piegando la piastra di stampa solo dopo che si sono raffreddate. La stampa si staccherà facilmente senza dover usare spatole, coltelli o altro.

Questo articolo è stato utile?

Commenti

Hai ancora delle domande?

Hai ancora delle domande?

Se hai una domanda su qualcosa che non è trattato qui, dai un'occhiata alle nostre risorse aggiuntive.
E se questo non dovesse funzionare, è possibile inviare una richiesta a [email protected] o tramite il pulsante qui sotto.

Contattaci