IT
  • English
  • Čeština
  • Español
  • Deutsch
  • Polski
  • Français
  • 日本語
Login

Problematiche primo layer

Ultimo aggiornamento 8 months ago
Questo articolo è disponibile anche nelle seguenti lingue: 
CSDEENESFRJAPL

Questo è di gran lunga il problema di stampa 3D più comune, e probabilmente il primo che si può incontrare. Il primo strato è quello essenziale perché è la base dell'oggetto stampato. Pertanto, se non è perfetto, la possibilità di un fallimento della stampa aumenta. Molti problemi comuni di stampa 3D derivano da un primo strato scadente. Ci sono un paio di cose che possono andare male quando si stampa il primo strato, quindi diamo un'occhiata a cosa si può fare per evitare questi problemi.

La superficie di stampa deve essere sottoposta a regolare manutenzione per ottenere una qualità di stampa ottimale e ridurre al minimo la possibilità di stampe non riuscite. È una procedura semplice, quindi diamo un'occhiata ai vari consigli e suggerimenti.

Come preparare la superficie di stampa

Se non si tocca la superficie di stampa con le mani o con utensili sporchi, non sarà necessario pulirla prima di ogni stampa. Pulire i propri strumenti allo stesso modo del piano, e si potrà avviare la prossima stampa direttamente.

Alcool isopropilico

Per ottenere la migliore adesione alla superficie di stampa, è di vitale importanza mantenerla pulita. L'opzione migliore quando si stampa con ABS, PLA, e molti altri materiali è di usare alcool isopropilico al 90%,, che può solitamente essere trovato localmente in farmacia o ferramenta. Anche l'alcool denaturato è una valida alternativa. Noi consigliamo sempre di usare IPA al 90% IPA. Le soluzioni con percentuali inferiori possono contenere sostanze chimiche e oli non idonei.

I filamenti di PETG, ABS, ASA, XT, e CPH fanno eccezione - l'adesione sarebbe troppo tenace e si corre il rischio di danneggiare la piastra con PEI liscio. Consigliamo in questo caso di utilizzare un agente separatore (ad es. la colla stick). Per ulteriori informazioni su come stampare con questi materiali, consultare le nostre Guide ai materiali.

Qualsiasi agente detergente (ad es. IPA) dermico/cosmetico, cioè per la pelle o le unghie, può contenere additivi, come idratanti e oli non adatti.

Acqua e sapone per piatti

Se l'adesione sembra diminuire nel tempo anche usando l'IPA, si può pulire la piastra d'acciaio con qualche goccia di sapone per piatti e acqua calda (non bollente!). Questo non andrebbe fatto spesso, e non bisogna immergere completamente la piastra nell'acqua calda, ma dissolverà alcuni oli e zuccheri che si accumulano nel tempo e che l'IPA non rimuove. Assicurati di usare solo sapone per piatti e di asciugare bene la piastra prima di usarla.

Acetone

Il PEI può perdere il suo potere adesivo dopo qualche centinaio di ore. Quando si nota che i modelli si staccano regolarmente, si consiglia di pulire accuratamente la superficie con acetone per ripristinare la capacità di adesione. Questo dovrebbe essere usato solo con la piastra con PEI liscio e solo una volta al mese circa. Non utilizzare in modo eccessivo l'acetone. Un uso estensivo rende la superficie PEI fragile. Inoltre, non usare mai acetone prima di stampare con PETG.

Per le piastre d'acciaio testurizzate e satinate, non utilizzare acetone in nessun caso! Altri solventi chimici, come il solvente per la rimozione dello smalto delle unghie o un pulitore per freni, possono contenere anche acetone (acetati).

Colla

La colla è un ottimo strumento di facile utilizzo per aumentare l'adesione. Crea anche uno strato protettivo di separazione. Non è necessario l'uso di una colla appositamente realizzata per la stampa 3D. È possibile utilizzare una semplice colla stick (a base di PVA). Questo viene fornito con la stampante. Dalla nostra esperienza, non è necessario quando si stampa PLA, ma può essere consigliabile quando si stampa:

Si può facilmente pulire la colla PVA con acqua e sapone dei piatti.
Altri tipi di colla non dovrebbero essere usati come sostituto. Non mettere la Supercolla sul piano! Quando si rimuovono stampe con una grande superficie, potrebbe essere necessario agevolare il processo utilizzando una spatola. Prestare attenzione quando si flette il foglio e si rimuove la stampa, poiché il foglio PEI liscio può strapparsi.

ABS juice

L'ABS Juice deve essere usato solamente sulla piastra con PEI liscio, durante la stampa di ABS. Questa è una miscela di acetone con pellet di ABS. È anche possibile realizzarlo usando scarti di ABS, brim. o stampe non riuscite. Applicare la sostanza delicatamente e farlo solo con il piano freddo. Le stampe aderiranno molto tenacemente.

È possibile acquistare dell'ABS juice già pronto sul nostro e-shop. Sfortunatamente, la maggior parte dei corrieri non permette la spedizione di prodotti a base di acetone tramite trasporto aereo a causa di vincoli di spedizione.
Per la piastra d'acciaio testurizzata e per quella satinata, non utilizzare ABS juice in nessun caso!

Ripristinare la superficie

Può succedere che rimangano dei piccoli segni sulla superficie di stampa con l'ugello o con gli strumenti. In genere, saranno più lucidi del resto del tappetino. Ciò non influisce sulla funzionalità o sull'adesione. Tuttavia, se si vuole avere lo stesso aspetto superficiale su tutta la superficie di stampa, è possibile ripristinarla.

Il modo più semplice è quello di utilizzare il lato duro di una spugna da cucina asciutta e pulire delicatamente la zona interessata con un movimento circolare con alcune passate. Un'altra opzione è quella di utilizzare carta vetrata a grana fine (400-600) e sfregare leggermente il foglio. Dopo averlo fatto, pulire con IPA.

steelsheet comparison

Piastra con PEI liscio
  • Alcool isopropilico 90%+ (IPA) - sgrassante migliore
  • Acqua calda + qualche goccia di sapone per piatti (nel caso in cui
  • IPA non rimuova i residui di zucchero sul piano)
  • Acetone - di tanto in tanto per ringiovanire il foglio
  • Usare la colla stick nella stampa di FLEX, PETG, e altri materiali a base di PET, così come per ABS e ASA.
  • IPA + PETG causerà un adesione molto forte sul piano. La rimozione potrebbe essere estremamente difficile
Piastra testurizzata rivestita a polvere
  • Alcool isopropilico 90%+ (IPA) - sgrassante migliore
  • Non usare mai acetone!
Piastra d'acciaio verniciata a polvere Satinata
  • Alcol isopropilico 90%+ (IPA) - miglior sgrassatore
  • Non usare mai acetone!
Per maggiori informazioni sulle differenti proprietà e linee guida delle piastre d'acciaio flessibili, consultare Piastre di acciaio flessibile (guida).

L'ugello è troppo vicino/distante dal piano

Se l'ugello è troppo vicino al piano di stampa, non ci sarà abbastanza spazio per far uscire la plastica dall'estrusore. Tenendo l'ugello troppo vicino alla superficie di stampa, si bloccherà essenzialmente la sua apertura, impedendo così che la plastica possa essere estrusa. Si può facilmente riconoscere questo problema quando la stampante non estrude la plastica per il primo strato o due. Utilizzare la funzione Live adjust Z e le istruzioni Calibrazione primo layer (i3) per regolare l'altezza dell'ugello.
Si esegue la calibrazione da Menù LCD – > Calibrazione –> Calibrazione primo layer. Per maggiori informazioni su questa procedura, consultare l'articolo dedicato Calibrazione primo layer (i3).

Evitare di compensare la mancanza di aderenza impostando un valore più basso di Live Adjust Z (schiacciando il primo strato). Se viene abbassato troppo, l'ugello può danneggiare la piastra d'acciaio e causare vibrazioni eccessive. Non è coperto da garanzia qualunque danno causato da un errato valore di Live Adjust Z.

Velocità e temperatura

Diminuire la velocità di stampa

Se i passi descritti sopra non sono stati d'aiuto, provare a diminuire la velocità di stampa. Il modo più semplice per farlo è quello di ruotare la manopola durante il processo di stampa, diminuendo la percentuale. In senso antiorario = diminuire la velocità, in senso orario = aumentare la velocità. Suggeriamo di diminuire la velocità a circa il 75% per i primi tre strati, poi di riportarla a livello normale.

Utilizzare le temperature di stampa consigliate

Accertarsi di utilizzare le temperature di ugello e piano riscaldato consigliate. PrusaSlicer le configurerà correttamente in base al materiale selezionato, in modo da non dover regolare manualmente le temperature sulla stampante stessa. Se si sperimentano nuovi materiali che non aderiscono bene, si può provare ad aumentare la temperatura del piano termico di 5-10 °C. In questo modo la plastica si attaccherà un po' meglio.

Otturazione parziale o totale

L'estrusore potrebbe essere otturato. Questo può accadere sia quando un eccesso di detriti rimane bloccato all'interno dell'ugello, sia quando la plastica calda viene tenuta all'interno dell'estrusore per troppo tempo, sia quando il raffreddamento dell'estrusore non è sufficiente e il filamento inizia ad ammorbidirsi all'esterno della zona di fusione desiderata. Vedi il nostro articolo dedicato Ugello/hotend otturato (MK3S, MK2.5S).

Superficie irregolare

Se la superficie di stampa non è piana e l'allineamento della griglia piano non aiuta, per ottenere una superficie di stampa piana, una soluzione temporanea è quella di aggiungere un pezzo di carta sotto l'area irregolare della piastra d'acciaio. Una soluzione più permanente sarebbe quella di eseguire il firmware Correzione Livello Piano.

piastra irregolare

Piastra posizionata correttamente

Prima di stampare, accertarsi che la piastra di stampa sia correttamente posizionata sul piano riscaldato, e che non vi siano rimasugli della stampa precedente o qualche pezzo di filamento che potrebbe interferire con il posizionamento della piastra. Inoltre, assicurarsi che la piastra sia dritta e non sia piegata o danneggiata.

piastra posizionata correttamente

Brim

Prima di prendere in considerazione l'applicazione di materiali di adesione extra sul piano, considerare l'utilizzo della funzione Brim in PrusaSlicer, che aumenta la superficie del primo layer. Vedere il nostro articolo dedicato Skirt e Brim.

Questo articolo è stato utile?

Commenti

Devi aver effettuato l'accesso prima di aggiungere un commento.
0
Hai ancora delle domande?

Hai ancora delle domande?

Se hai una domanda su qualcosa che non è trattato qui, dai un'occhiata alle nostre risorse aggiuntive.
E se questo non dovesse funzionare, è possibile inviare una richiesta a info@prusa3d.com o tramite il pulsante qui sotto.