IT
  • English
  • Čeština
  • Español
  • Deutsch
  • Polski
  • Français
Login

MMU2S e materiali solubili (PVA/BVOH)

Rilevante per:
Ultimo aggiornamento a year ago
Questo articolo è disponibile anche nelle seguenti lingue: 
ENCSPLDEESFR

I suppori possono essere difficili da rimuovere e possono lasciare delle imperfezioni sulle superfici. A seconda della forma dell'oggetto, esiste anche il rischi di rovinare la stampa nel processo di rimozione. Alle volte non è proprio possibile stampare determinate geometrie in un singolo pezzo usando la stampa FFF.

Con il MMU2S è possibile utilizzare materiali idrosolubili, come PVA+ e BVOH, per stampare i supporti o solo l'"interfaccia" tra la stampa e la struttura di supporto. Tuttavia, la stampa dei materiali solubili può essere impegnativa e richiede alcune considerazioni lungo il percorso. È un processo più adatto agli utenti più esperti. 

Quale materiale usare

La prima considerazione da fare è che il materiale principale e il materiale solubile del supporto devono avere temperature di stampa/fusione simili. PVA+ e BVOH sono molto simili, ma il BVOH è decisamente l'opzione migliore (ma è più costoso). È più rigido e si comporta molto meglio del PVA+ quando viene stampato. Per questo motivo è meglio stamparlo in combinazione con PET.

Per il PETG praticamente è possibile utilizzare solo BVOH. Il PLA può essere stampato sia con PVA+ che con BVOH.

Se si vuole stampare l'ABS con supporti solubili, la migliore alternativa è l'HIPS, che può essere sciolto utilizzando 'Limonene'. È importante informarsi sui diversi tipi di 'Limonene' e sulle precauzioni per la salute e la sicurezza durante l'uso. Un'alternativa al PVA+ e al BVOH potrebbe essere il PVB, che si dissolve in IPA.

Configurazione dello Slicer

In PrusaSlicer è presente una configurazione specifica per i supporti con materiali solubili. Una volta selezionato il profilo stampante Original Prusa MMU2S, saranno disponibili nuove opzioni nel menù a tendina di 'Impostazioni di stampa'. Per l'altezza layer da 0.15 mm e 0.2 mm, adesso sono disponibili i profili di stampa SOLUBLE FULL e SOLUBLE INTERFACE (riquadri viola).

SOLUBLE FULL

Questa opzione utilizzerà il materiale solubile per l'intera struttura di supporto (immagine a sinistra). Questo è raccomandato solo quando si ha una geometria complessa che richiede molti supporti interni. PVA+ e BVOH aderiscono poco ai piani con PEI Liscio e Testurizzato, ma aderiscono bene quando stampati direttamente su PLA e PETG. Se si stampa qualcosa con i supporti poggiati sul piano di stampa, consigliato il preset SOLUBLE INTERFACE.

SOLUBLE INTERFACE

Questo preset applica il materiale solubile solo nei layer stampati più densi tra la struttura di supporto e il modello (immagine a destra). Questo permette di stampare la struttura di supporto con qualsiasi colore venga caricato e utilizza il materiale solubile solo dove è effettivamente necessario. In questo modo si risparmia materiale solubile, che è più costoso del PLA e PETG. Se si ha una stampa che richiede molto supporto a contatto diretto con il piano di stampa, questo è il preset ideale. 

SOLUBLE FULL - Il filamento verde è BVOHSOLUBLE INTERFACE - Il filamento verde è BVOH

Attrezzo predefinito

PrusaSlicer o l'unità MMU2S non rileveranno dove è stato caricato il filamento solubile. PrusaSlicer assegnerà per default il materiale di supporto o il materiale di interfaccia al numero di filamento 5. È possibile cambiarlo con qualsiasi altro filamento inserendo il numero di posizione su cui il filamento è caricato (riquadri viola).

'Materiale di supporto/raft/skirt estrusore: 0' utilizzerà qualunque filamento sia al momento caricato nell'estrusore.

Volumi di spurgo

Per impostazione predefinita, 70 mm³ è usato sia per il caricamento che per lo scaricamento. Quando si utilizzano supporti solubili in acqua si consiglia di utilizzare almeno 100-120 mm³. Se si trovano residui nella stampa, aumentarne la quantità. PVA+/BVOH può richiedere almeno 120 mm³ quando scaricato.

Per accedere alle impostazioni dei volumi di spurgo, premere il tasto Volumi di spurgo...  (freccia verde).

Configurazione Stampante e MMU2S

È fondamentale aver eseguito una calibrazione molto precisa del sensore IR. A causa delle proprietà del PVA+ e del BVOH, il loro diametro può facilmente deformarsi con una pressione eccessiva da parte dell'idler.

AAncora una volta, a causa delle loro proprietà di morbidezza, le punte dei filamenti si incordano inevitabilmente, quindi è importante tenerle d'occhio ed essere pronti ad intervenire e a tagliarle mentre il filamento principale viene stampato.

La differenza in Massima velocità volumetrica: il PLA ha una velocità volumetrica massima di 15 mm³/s, mentre il PVA+ e BVOH hanno 4 mm³/s. Questo aumenta il tempo di stampa totale.

Sciogliere e rimuovere i supporti

Quando la stampa è completa e prima di rimuovere i supporti, immergerli in acqua tiepida (massimo 45 °C) e lasciarli in acqua per un periodo di tempo da qualche ora a tutta la notte. Dopo di che, i supporti dovrebbero staccarsi abbastanza facilmente ma potrebbe essere necessario usare alcuni strumenti, a seconda della geometria della stampa. Può essere utile rimuovere la maggior parte possibile dei supporti quando sono ancora asciutti.

Una volta che l'oggetto stampato è libero dai supporti, immergerlo nuovamente in acqua calda per 10-20 minuti e poi spazzolarlo per rimuovere i residui di PVA+/BVOH. L'utilizzo di uno spazzolino da denti piccolo e resistente può essere uno strumento ideale per questo compito.

A meno che non si debbano sciogliere diversi chili di PVA/BVOH al giorno, è possibile versare nella scarico la risultante soluzione di BVOH/PVA.

Manipolazione e conservazione dei filamenti solubili

Come ci si poteva aspettare, sia BVOH che PVA sono molto igroscopici (assorbono facilmente l'acqua) e devono essere mantenuti il più asciutti possibile. PVA+ o BVOH non devono essere esposti all'umidità.Dopo l'uso, deve essere rimesso nella sua borsa con chiusura a cerniera, sempre con uno o più sacchetti di silice. In caso contrario, si deteriorerà nel giro di pochi mesi e si ammorbidirà ad una temperatura molto più bassa, causando problemi già dal processo di caricamento.

Se deteriorato in questo modo, causerà rapidamente problemi di carico/scarico e l'hotend si intaserà. Il miglior approccio è quello di stampare e conservare questi materiali in una Drybox.

Questo articolo è stato utile?

Commenti

Devi aver effettuato l'accesso prima di aggiungere un commento.
0
Hai ancora delle domande?

Hai ancora delle domande?

Se hai una domanda su qualcosa che non è trattato qui, dai un'occhiata alle nostre risorse aggiuntive.
E se questo non dovesse funzionare, è possibile inviare una richiesta a [email protected] o tramite il pulsante qui sotto.

Contattaci